Università degli Studi di Sassari

Università degli Studi di Sassari

L’Ateneo ha sviluppato un progetto sperimentale per la costruzione di percorsi educativi personalizzati per giovani stranieri provenienti da diversi Paesi, in collaborazione con diversi soggetti del territorio che hanno competenza diretta in tema di migrazione (Prefettura, Questura, Enti locali, Istituti comprensivi scolastici, associazioni e cooperative sociali). Il progetto prevede incontri operativi con alcuni giovani provenienti dai Centri di prima (CAS) e seconda accoglienza (SAI), con i docenti degli Istituti Comprensivi Scolastici e con il CPIA di Sassari, al fine di studiare percorsi educativi personalizzati e modalità di accoglienza in rete.

L’Ateneo ha sviluppato un progetto sperimentale per la costruzione di percorsi educativi personalizzati per giovani stranieri provenienti da diversi Paesi, in collaborazione con diversi soggetti del territorio che hanno competenza diretta in tema di migrazione (Prefettura, Questura, Enti locali, Istituti comprensivi scolastici, associazioni e cooperative sociali). Il progetto prevede incontri operativi con alcuni giovani provenienti dai Centri di prima (CAS) e seconda accoglienza (SAI), con i docenti degli Istituti Comprensivi Scolastici e con il CPIA di Sassari, al fine di studiare percorsi educativi personalizzati e modalità di accoglienza in rete.

Riconoscimento titoli di studio

EQPR

A lulgio 2018 l’Università di Sassari ha ospitato la prima sessione italiana dell’implementazione dello European Qualifications Passport for Refugees (EQPR), il “Passaporto europeo per le qualifiche dei rifugiati”. L’Università di Sassari ha coinvolto circa 30 giovani con protezione internazionale (di età compresa tra 22 e 30 anni), che si sono sottoposti al processo di valutazione dei propri percorsi formativi, in vista di una possibile immatricolazione.

Per maggiori informazioni contatta l’università

Vai al sito web dell'università

Referente

Prof.ssa Silvia Serreli
serreli@uniss.it